Ragusa, città del Barocco

 

Patrimonio dell’umanità UNESCO dal 2002, Ragusa vanta un centro storico di grande suggestione, dominato dalle pregevoli architetture barocche tipiche della val di Noto. Scopriamo tutte le attrazioni della città e dei dintorni.

VISITARE RAGUSA. L’antica Ragous dei bizantini, poi Ragus per gli arabi e Ragusia per i normanni, è oggi una città di grande richiamo, tra le più affascinanti dell’intera Sicilia.

Ragusa Ibla, il cuore antico della città alta, è il regno del barocco ragusano, con le sue caratteristiche chiese ricche di motivi ornamentali davvero unici. Una passeggiata per il centro storico consente di apprezzare monumenti e architetture di gran pregio: dalla grande Cattedrale di San Giovanni Battista al Duomo barocco di San Giorgio, dalla Chiesa di Santa Maria dell’Itria (inconfondibile per la sua cupola blu) alla Chiesa di San Giuseppe o ai bei palazzi di Piazza Duomo, piccolo salotto a cielo aperto.

Magnifici gli scorci panoramici dalla parte alta di Ibla e da Ragusa Superiore, ad abbracciare le cave iblee ed il dedalo di casupole che si inerpicano lungo la collina.

Tappe obbligate della passeggiata in città sono il magnifico portale di San Giorgio, in stile gotico-catalano; il giardino Ibleo, con i suoi ampi affacci panoramici; le belle ville sette-ottocentesche del centro, come Palazzo Cosentini e Palazzo Bertini.

I DINTORNI. I rocciosi e spogli Monti Iblei sono lo scenario naturale caratteristico del ragusano, punteggiati di cavità carsiche e antichi insediamenti abitativi.

Tutta l’area iblea è ricca di siti archeologici, dall’antica citta di Kamarina al Monte Arcibessi o ai resti di Hybla Heraia, fino alla vicina cava d’Ispica, a pochi km dalla bella Modica.

A breve distanza da Ragusa è il grande castello di Donnafugata, tra i più grandi della Sicilia, con il suo grande parco ricco di piante esotiche. Più a sud, verso il mare, sono Marina di Ragusa e Donnalucata, apprezzate località balneari.