Da Genga alle grotte di Frasassi

 

Con il suo imponente castello medievale, Genga è la porta d’accesso alle bellezze della Gola di Frasassi ed all’omonima grotta, tra le più spettacolari d’Italia.

GENGA E DINTORNI. Arroccato attorno all’omonimo castello medievale, il piccolo borgo di Genga è un’oasi di pace nelle atmosfere tipiche del’entroterra marchigiano.

Genga e dintorni possiedono un appeal turistico non indifferente, confermato dalle numerose strutture ricettive, dagli stabilimenti termali e dai ristoranti di qualità. Qui potrete gustare specialità tipiche come i salumi locali, le tagliatelle fatte in casa, la crescia marchigiana ed il liquore mistrà.

Monumento più rappresentativo nel territorio comunale è la grande Chiesa di San Vittore alle Chiuse, situata nella vicina frazione di San Vittore Terme.

LE GOLE E LE GROTTE DI FRASASSI. Attrazione naturalistica n°1 di Genga sono le spettacolari grotte di Frasassi, il cui accesso è a meno di un km da San Vittore. Profonde, evocative ed oniriche, le grotte di Frasassi sono cavità carsiche modellate dall’acqua nel corso dei millenni, dove la natura ha creato meravigliose sculture di stalattiti e stalagmiti. Tappa obbligata nel tour sotterraneo è la visita dell’abisso Ancona, tra le cavità carsiche più grandi del mondo.

Sempre a Genga si raccomanda la visita del Museo di Genga – Arte Storia Territorio, il cui accesso è incluso nel biglietto cumulativo per le grotte (assieme al vicino Museo Speleo-paleontologico di San Vittore).

A due passi dal borgo sono le selvagge gole di Frasassi, suggestivo canyon dominato da selvagge pareti rocciose. Bello il colpo d’occhio dal santuario della Madonna di Frasassi, incastonato nella roccia.