Grado, porta della Laguna

grado

Nota come Aquileia durante l’Impero Romano, ed in seguito come Prima Venezia, Grado si affaccia sull’omonima laguna ed è una rinomata stazione balneare del Friuli Venezia Giulia.

Siamo in provincia di Gorizia, nel territorio che fu degli austriaci dopo il Trattato di Campoformio. In questa bella cittadina di circa 9000 abitanti si respira l’aria lagunare tipica della Serenissima, con una ricca varietà di strutture ricettive per tutte le esigenze.

Celebri sono le Terme Marine di Grado, che offrono rinomati programmi di Talassoterapia con l’utilizzo di acqua di mare riscaldata. Molto frequentate, in estate, sono anche le belle spiagge cittadine, ampie e sabbiose, lambite da fitte pinete.

Visitare Grado significa immergersi nel suo intreccio di vicoli e canali, impreziositi da chiese ed edifici storici che guardano la laguna. La basilica paleocristiana di Sant’Eufemia ed il vicino Battistero sono tappe obbligate di un tour cittadino, come la Basilica di Santa Maria delle Grazie, con la sua facciata rustica in mattoni e gli austeri interni.

Lasciamoci catturare dalle atmosfere lagunari, esplorando gli immediati dintorni cittadini anche fuori dai percorsi turistici. Popolata da antichi Casoni rustici, l’area lagunare è ancora percorsa dalle batele, imbarcazioni tipiche a remi. Le basse isolette lagunari sono ammantate di pini, pioppi ed olmi, e popolate da un’avifauna molto interessante per gli appassionati di Birdwatching. Da non perdere la visita dell’isola di Barbana, sulla quale è l’antico Santuario Mariano fatto erigere dal Patriarca Elia nel 582.

Se alloggiate a Grado durante la prima domenica di Luglio non perdetevi il Perdòn de Barbana, processione di barche che trasporta la statua della Madonna degli Angeli sino all’isola di Barbana.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui