Semi: Perché consumarli e come aggiungerli alla tua dieta

consumare semi dieta

Sapevi che i semi forniscono una grande quantità di vitamine, minerali e acidi grassi che migliorano la digestione e la circolazione? Ecco come aggiungerli alla tua alimentazione.

Hai mai aggiunto i semi ai tuoi piatti e alle tue ricette? I più conosciuti sono quelli di chia, lino, sesamo e girasole.

Ecco tutto quello che c’è da sapere sui semi: quali sono i loro benefici, come consumarli e alcuni consigli per sfruttarli al meglio.

Perché aggiungere i semi alla nostra dieta?

I semi sono versatili, quindi possono essere aggiunti ai pasti o utilizzati come base per diverse preparazioni. Forniscono una grande quantità di nutrienti essenziali per una corretta alimentazione. C’è una grande varietà, quindi ce n’è per tutti i gusti. Ognuno di loro fornisce diverse vitamine e minerali, tra gli altri vantaggi.

I semi di chia, ad esempio, sono ricchi di acidi grassi essenziali. Inoltre, contiene vitamina B, fosforo, calcio e magnesio. Sono considerati un superfood!

Quelli di lino contengono omega 3 e 6 e vitamine B ed E. Forniscono anche fibre, fondamentali per una buona digestione.

I semi di sesamo forniscono vitamina E, omega 3 ed è quello che fornisce più calcio rispetto agli altri. Un bicchiere di bevanda vegetale a base di sesamo ha più calcio del latte vaccino e viene assorbito più velocemente: per ogni 100 gr. contiene 975 mg. di calcio, mentre il latte vaccino fornisce solo 120 mg.

Inoltre, i semi di girasole sono una fonte di vitamina E, magnesio e fosforo. Come la chia, sono utili per regolare i livelli di colesterolo nel sangue.
Senza dubbio, sono tanti i motivi per incorporarli nei nostri piatti!

Come consumarli?

Tieni presente che, sebbene siano facili da consumare, ognuno di essi si attiva in modo diverso. Ma cosa significa “attivare”? È un processo semplice grazie al quale vengono rilasciati tutti i nutrienti contenuti nei semi, oltre a favorirne la digestione.

Come per i legumi, si consiglia di immergerli in acqua per 8 ore, anche se con un periodo da 2 a 6 ore, a seconda del tipo di seme, sarebbe sufficiente. Si consiglia inoltre di macinarli, per facilitare l’assimilazione dei nutrienti durante la digestione.

Per quanto riguarda le ricette, scatena la tua creatività! Aggiungili alle tue insalate, budini, torte, muesli, succhi, frullati o qualsiasi cosa tu possa pensare. Puoi anche preparare ricette a base di semi, come un delizioso budino di chia.

Puoi anche consumarli come spuntino, in preparazioni di biscotti o mescolandoli con le noci. Un’altra opzione è mescolarli con gli yogurt o spalmarli sul pane o sull’impasto della pizza.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui